about

L’iniziativa MAKEtoCARE è promossa da Sanofi Genzyme, specialty care di Sanofi, la divisione specializzata nelle malattie rare, sclerosi multipla, oncologia e immunologia.

MAKEtoCARE nasce dalla volontà di far emergere e sostenere iniziative e progetti nati dall’ingegno e dalla passione della comunità Maker, che tramite la propria creatività e il proprio saper fare innovazione, è in grado di offrire una migliore qualità di vita ai pazienti, contribuendo a cambiare concretamente il loro presente e progettando, insieme a loro, un futuro migliore.

Progetto TALKING HANDS, finalista Make to Care 2016 e vincitore ROME Prize 2016

CONTEST

L’ iniziativa MAKEtoCARE include un contest, lanciato per la prima volta nel 2016 e finalizzato a far emergere e facilitare la realizzazione, nonché la diffusione, di soluzioni innovative e utili ad incontrare i bisogni reali delle persone affette da qualunque forma di disabilità, intesa come qualsiasi diminuzione marcata della qualità della vita a causa di patologie e/o eventi traumatici.

La partecipazione al contest, oltre ad essere espressamente rivolta alla comunità Maker, è aperta a tutti coloro che (persone fisiche italiane o straniere, società, enti, associazioni, fondazioni, e/o altre entità giuridiche, con residenza o sede in Italia o in altro paese dell’Unione Europea) hanno saputo cogliere un bisogno concreto, orientando il proprio ingegno e proponendo una soluzione innovativa.

Per entrare nel processo di selezione di MAKEtoCARE, i progetti devono essere registrati attraverso la Call For Maker della Maker Faire 2018 .
Per i dettagli si rimanda al Regolamento 2018.
Seguiteci per futuri aggiornamenti su questo sito o sulla pagina Facebook ufficiale di MakeToCare.

Tutti i giurati dell'edizione 2018 Regolamento 2018

Guida alla candidatura 2018

STORIES

Tutti i protagonisti del contest Make to Care 2017

 
Optical Wheelchair
Sedia a rotelle con comando tramite movimento oculare
 
Vincitori edizione 2017
 
Orion
Esoscheletro robotico comandato da impulsi muscolari
 
Vincitori edizione 2017
 
Adam’s Hand
Protesi mioelettrica personalizzabile della mano.
 
Open Rampette
Servizio per il miglioramento dell’accessibilità degli esercizi commerciali
 
ReHub
Strumento per la riabilitazione fisioterapica propriocettiva
 
Sensewear
Collezione di abiti sensoriali per il trattamento terapeutico di persone autistiche.
 
Simpaty-hand App
Strumento musicale assistivo realizzato con smartphone.
 
Waybration
Sistema di supporto alla navigazione per atleti non vedenti.

Tutti i finalisti della precedente edizione del contest Make to Care 2016

 
Click4all
Kit per inventare e costruire ausili informatici o attività edu-riabilitative per disabili usando tessuti, frutta o un qualsiasi materiale conduttivo.
 
Vincitori edizione 2016
 
dbGLOVE
Dispositivo indossabile che consente alle persone cieche e sordo-cieche di utilizzare tutte le funzionalità di un dispositivo mobile, di comunicare con gli altri e con il mondo.
 
Vincitori edizione 2016
 
Disability Mouse
Mouse realizzato con stampante 3D e Arduino, funzionante attraverso il movimento della bocca e l’uso del respiro.
 
Glassense
Dispositivo assistivo indossabile: smart glasses progettati per aumentare le capacità di discriminazione spaziale dei suoni nelle persone affette da ipoacusia.
 
Hubotics, Robotics for Human Beings
Esoscheletro per arti superiori, indossabile, pensato per utenti con disabilità motorie, interamente realizzato con componenti stampati in 3D e hardware open-source.
 
IntendiMe
Soluzione per aumentare la sicurezza e autonomia delle persone con deficit uditivo.
 
Io Kitchen
Cucina in grado di variare le sue altezze di lavoro per facilitare l’accesso a persone momentaneamente o permanentemente disabili.
 
Molbed
Display Braille modulare, economico, maker-friendly, dal quale poter create un intero tablet per non vedenti.
 
PD-Watch
Dispositivo medico indossabile per i pazienti con morbo di Parkinson.
 
SoundSight Training
Palestra virtuale per imparare a utilizzare l’udito in sostituzione della vista.
 
Talking Hands
Dispositivo indossabile capace di tradurre la lingua dei segni (LIS) in voce: rileva i movimenti delle mani, li traduce e trasferisce il testo a uno smartphone che emette il suono dai suoi altoparlanti.
 
TooWheels Opensource Wheelchair
Carrozzina per disabili completamente auto producibile con normali tecniche DIY o di digital fabrication.
 
UNICO
Oggetti che non esistono co-progettati da maker, terapisti, bambini con disabilità e le loro famiglie.

TEAM

 

polifactory
sanofi genzyme
politecnico milano
Rome Maker Faire
aster innovazione attiva