Io Kitchen
maggio 15, 2017
0

Cucina in grado di variare le sue altezze di lavoro per facilitare l’accesso a persone momentaneamente o permanentemente disabili.

Autore: Valerio Monticelli
Facebook
Twitter

Il progetto si prefigge di per risolvere il problema della mobilità in cucina, aiutando anche soggetti affetti da disabilità a recuperare la propria indipendenza e libertà. Si tratta di un arredo multimodale girevole e modulabile in altezza, in grado di consentire a qualsiasi utente di svolgere le normali operazioni d’impiego in modalità facilitate, in condizioni di massima sicurezza. La presente cucina-tavolo con seduta e dispensa è inoltre caratterizzata da ingombro minimo, elevata flessibilità e automazione. È caratterizzata da: un piano di lavoro girevole e modulabile in altezza che consente accesso flessibile alle apparecchiature collocate sul piano di lavoro; dimensioni e forma contenute; automazione atta ad accogliere esigenze particolari e conformi per un uso corretto dello strumento.

Consente di adattarsi a utenti di qualunque statura e anche a coloro che devono cucinare seduti perché diversamente abili o momentaneamente inabili.  Variando l’orientamento del piano di lavoro semplicemente ruotandolo, consente, ad esempio, l’accesso alternato ai fornelli e al lavello senza la necessità per l’utente di doversi spostare. In questo modo semplifica e rende più sicure le normali operazioni effettuate nella preparazione dei cibi. Ulteriore vantaggio è lo spazio contenuto, che ottimizza la gestione dello spazio degli odierni appartamenti caratterizzati da spazi ridotti.

Gallery

Share MakeToCare!